PagoPA

Il Comune di Santeramo in Colle ha aderito al sistema nazionale dei pagamenti PagoPa, la piattaforma che consente a cittadini e imprese di effettuare pagamenti verso le pubbliche amministrazioni e i gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica. PagoPA è un'iniziativa che consente a cittadini e imprese di pagare in modalità elettronica la Pubblica Amministrazione, offrendo l'opportunità, all'utente che usufruisce di un servizio, di scegliere il prestatore del servizio di pagamento (banca, istituto di pagamento, Poste.) e il canale tecnologico di pagamento preferito. PagoPA è un ecosistema di regole, standard e strumenti definiti dall'Agenzia per l'Italia Digitale e accettati dalla Pubblica Amministrazione, dalle Banche, Poste ed altri istituti di pagamento (Prestatori di servizi di pagamento - PSP) aderenti all'iniziativa. PagoPA garantisce a privati e aziende: sicurezza e affidabilità nei pagamenti; semplicità e flessibilità nella scelta delle modalità di pagamento; trasparenza nei cos
Pubblicato in Servizi al cittadino
La Tassa, a seconda della tipologia di occupazione posta in essere dal contribuente, si divide in Permanente e Temporanea. La prima si verifica, se la durata dell'occupazione, è almeno pari ad un anno, avendo riguardo per la determinazione del periodo di occupazione al n° effettivo di giorni concessi nell'atto autorizzativo (questi ultimi dovranno essere almeno 365), e non alla scadenza di tale documento. La seconda quando la durata dell'occupazione è inferiore all'anno.   Modulistica:    Istanza occupazione temporanea   Istanza occupazione permanente   Richiesta e pagamento passo carrabile
Pubblicato in Tributi
Modulistica:Istanza di rateizzazione   Comune di Santeramo in Colle Piazza Papa Giovanni Paolo II70029 Santeramo in Colle (BA)Tel.  080.3033319 - 310 - 313Fax: 080.3023710 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak20f9f43249aa8e26375576b1836ccab3').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy20f9f43249aa8e26375576b1836ccab3 = 'tributi' + '@'; addy20f9f43249aa8e26375576b1836ccab3 = addy20f9f43249aa8e26375576b1836ccab3 + 'comune' + '.' + 'santeramo' + '.' + 'b&#
Pubblicato in Tributi

Imposta Municipale Propria - IMU

IMU: tutto quello che devi sapere Il presupposto dell'IMU è il possesso di immobili (fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli). L’IMU si calcola applicando al valore dell’immobile l’aliquota deliberata annualmente dal Comune. L'IMU non si paga per l'abitazione principale del soggetto passivo di imposta e per gli immobili ad essa equiparati dalla legge o dal regolamento IMU comunale, ad eccezione di quelli classificati nelle categorie catastali A1, A8 e A9 che rimangono soggetti all'imposta. I soggetti passivi dell’imposta sono il proprietario (sono esclusi i nudi proprietari e gli affittuari di immobili); il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie; l’ex coniuge assegnatario della casa coniugale, in qualità di titolare del diritto di abitazione (se si tratta di
Pubblicato in Tributi
  Il servizio delle pubbliche affissioni,  assicura l’affissione negli appositi impianti a ciò destinati, di manifesti contenenti comunicazioni aventi finalità commerciali, istituzionali, sociali.Sono esenti dal pagamento di tali diritti tutti i manifesti riguardanti le attività istituzionali poste in essere dal Comune e da esso svolto in via esclusiva, nonchè ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge. Il Servizio è gestito attualmente dall'Ufficio Tributi in P.zza Simone, 8 - Tel. 080/3028328 Tempi : I manifesti possono essere consegnati direttamente presso l'ufficio tributi o spediti. Devono giungere entro tre giorni la data di inizio affissione altrimen
Pubblicato in Tributi

Addizionale IRPEF

L’addizionale comunale IRPEF è una imposta istituita nel 1998 e successivamente modificata tra il 1999 e il 2007, con articolazione in due aliquote distinte. La prima delle due componenti è relativa all’aliquota di compartecipazione dell’addizionale Irpef, ed è stabilita in misura uguale per tutti i Comuni: ogni anno il Ministero delle Finanze stabilisce la proporzione, senza gravare come aggiunta impositiva ulteriore rispetto all’Irpef. La seconda è relativa all’aliquota opzionale, stabilita dai singoli Comuni, e in grado di rappresentare un’aggiunta impositiva per i contribuenti rispetto a quanto già si paga a titolo di Irpef. L’aliquota viene stabilita da ogni Comune fino a un limite massimo dello 0,8%. L’Irpef è pagata da tutti i contribuenti, fatta eccezione per quelli che sono già soggetti alle imposte sui redditi delle persone giuridiche, a quelli che possiedono solo redditi esenti Irpef (o redditi soggetti a tassazione separata) e contribuenti che possiedono un reddi
Pubblicato in Tributi

TARI - Tassa dei rifiuti

A decorrere dal 1° gennaio 2014 è stata istituita la Tassa sui Rifiuti (TARI) in base a quanto previsto dall'art. 1, comma 639 e seguenti della L. 147/2013. La nuova tassa rifiuti sostituisce la Tarsu applicata dal Comune fino al 2013. La TARI è istituita a copertura integrale dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento. Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte operative suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono, invece, escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, nonché le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in esclusiva. La Tari è dovuta da chiunque possieda o detenga il locale o l'area e, quindi, dal soggetto utilizzatore dell'immobile. In caso di detenzione breve dell'immobile, di durata non superiore a sei mesi la tassa non è dovuta dall'utilizzatore ma resta esclusivamente in capo al possessore ( proprietario o t
Pubblicato in Tributi