Giovedì, 11 Giugno 2020 12:48

Adozione Aree Verdi

Di cosa si tratta

Questa Amministrazione Comunale ha approvato il 25/07/2019 con delibera di C.C. n. 44, il Regolamento per la utilizzazione e la gestione delle aree verdi con la quale i cittadini, associazioni, società ed imprese possono impegnarsi gratuitamente ed in prima persona nella cura e manutenzione del verde pubblico come ad esempio le aree verdi del proprio quartiere, le rotatorie stradali e le fioriere presenti in piazze e vie cittadine. Con questa iniziativa tutti potranno portare il proprio contributo al miglioramento del verde pubblico, nella consapevolezza che le aree verdi comunali appartengono alla collettività. Presso il Servizio Ambiente è a disposizione la lista delle aree verdi disponibili che viene allegata alla presente notizia nella sezione Allegati.

A chi si rivolge

Chiunque può adottare il verde cittadino: soggetti pubblici o privati, singoli cittadini, associazioni, condomini, enti, scuole, società, banche, negozi, bar, studi professionali etc.

Come fare

Per comunicare la propria disponibilità ad adottare una superficie di area verde deve essere utilizzato il modulo appositamente predisposto per la richiesta da consegnare, in carta semplice, direttamente al protocollo del Comune o mediante PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La proposta di adozione della superficie di area a verde per la sola manutenzione o per la sistemazione e manutenzione deve essere corredata dai seguenti allegati in duplice copia: · relazione descrittiva del programma di manutenzione. Se invece la persona interessata intende sistemare la superficie di area verde ex novo, è necessario allegare anche · il progetto di sistemazione della superficie di area verde. Si allegano il modulo di richiesta, ed il regolamento con annessi allegati approvati con delibera di Consiglio Comunale.

Quando e per quanto tempo

Ricevuta la richiesta di adozione, il Comune ne valuta la compatibilità con il Regolamento e con la normativa di settore. In caso di parere positivo, la persona interessata deve sottoscrivere con il Comune una convenzione, nella quale sono indicati gli oneri a carico di entrambe le parti. Il provvedimento di autorizzazione non può avere una durata superiore a due anni e può essere rinnovato.

Ultima modifica il Martedì, 23 Giugno 2020 13:16