TARI - Tassa dei rifiuti

A decorrere dal 1° gennaio 2014 è stata istituita la Tassa sui Rifiuti (TARI) in base a quanto previsto dall'art. 1, comma 639 e seguenti della L. 147/2013. La nuova tassa rifiuti sostituisce la Tarsu applicata dal Comune fino al 2013.

La TARI è istituita a copertura integrale dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento.

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte operative suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono, invece, escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, nonché le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in esclusiva.

La Tari è dovuta da chiunque possieda o detenga il locale o l'area e, quindi, dal soggetto utilizzatore dell'immobile. In caso di detenzione breve dell'immobile, di durata non superiore a sei mesi la tassa non è dovuta dall'utilizzatore ma resta esclusivamente in capo al possessore ( proprietario o titolare di usufrutto, uso, abitazione o superficie ). In caso di pluralità di utilizzatori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria .

Il tributo è corrisposto in base a tariffa riferita all'anno solare e commisurata tenendo conto dei criteri determinati dal DPR n. 158 del 1999. Le tariffe della TARI sono determinate con delibera di Consiglio comunale e sono articolate nelle fasce di utenza domestica e non domestica. Le prime sono costituite dalle abitazioni mentre le seconde ricomprendono tutte le restanti utenze ( attività commerciali, industriali, professionali e produttive in genere ) .

In materia di TARI il Comune ha facoltà di introdurre agevolazioni ed esenzioni . A tal fine si richiama quanto previsto dal Regolamento comunale IUC, per la parte riguardante la TARI, approvato con D.C.C. n. 33 del 30/09/2014.

 


NOTIZIE CORRELATE 

- TARIFFE TARI 2019 - IMU E TASI (23/05/2019) 

L Ufficio tributi comunale informa che è in scadenza il 16 Giugno il pagamento della prima rata di acconto della IMU 2020. Si ricorda che a partire da questo anno corrente ai sensi della Legge 160/2019 -  comma 780 - è abolita la TASI.  La prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l anno 2019. Il versamento della rata a saldo dell imposta dovuta per l intero anno sarà eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote risultanti dal prospetto delle aliquote che approverà il Comune di Santeramo in Colle.

Riferimenti normativi: 

Tariffe TARI 2020

Tariffe TARI 2019

Tariffe TARI 2018

Tariffe TARI 2017

Tariffe TARI 2016

Tariffe TARI 2015

Tariffe TARI 2014

Regolamento TARI 2020

Regolamento TARI (valido fino al 31.12.2015)

Regolamento IUC (valido dal 01/01/2019)

Regolamento IUC (valido dal 01/01/2016 al 31/12/2018)

Modifiche al Reg. Tari - D.C.C. 45/2015

Delibera approvaz tariffe Tari 2020

DCC pef 2019 + allegato tariffe

Modulistica:

Richiesta riduzione/esenzione TARI per ISEE

Richiesta riduzione/esenzione TARI per U.D.

Richiesta riduzione TARI per U.ND.

Richiesta rimborso TARI

Articoli correlati (da tag)